Busta paga, i contenuti:

Aggiornato il: 8 dic 2020


Dati obbligatori


Gli elementi fondamentali che devono essere riportati sono:

  • Minimo contrattuale (detto anche "minimo tabellare" o "paga base"), il minimo di base previsto dal CCNL di categoria per il livello di riferimento sempre segnato nella busta paga;

  • Contingenza (con l'E.d.R.), l'EDR si tratta dell'elemento distintivo della retribuzione, mentre la contingenza è un ex-elemento di integrazione della busta, il loro importo seguono i contratti di riferimento;

  • Scatto anzianità (ove previsto): un aumento retributivo aggiuntivo che per contratto di riferimento si può ricevere ogni 2, 3 o 4 anni di anzianità presso la stessa azienda, ogni CCNL prevede un massimo di scatti assegnabili.

  • Superminimi, eventuali aumenti retributivi, individuali per meriti specifici (ruolo, responsabilità, capacità, impegno, funzione di appartenenza, carriera, ecc), o per accordi tra sindacato e datore di lavoro, possono essere assorbibili o meno (nel primo caso diminuiranno di un importo pari all'aumento del minimo contrattuale previsto dai rinnovi contrattuali, con il tempo la voce sparirà una volta completamente assorbita).

Altra voce presente in busta, quando previste o contrattualizzate, è quella di ulteriori elementi eventualmente previste dai CCNL o dalla contrattazione interna (come ad esempio indennità).


Dati non obbligatori


Altri elementi, che però non hanno obbligo di specifica nel documento sono: straordinari, ferie, tredicesima mensilità, indennità, festività, permessi, congedo matrimoniale, malattia, maternità, infortunio, assegni familiari, fringe benefit.


Fonte Wikipedia

8 visualizzazioni0 commenti
 

Modulo di iscrizione

(+39) 02 8277 9948

  • Facebook

©2020 di Buste Paga Italia. Creato da Lion Consulting Srl